CE CHIAMMANO BRIGANTI di: Salvatore Mazzella

Cammenanno na matina pe chesta terra mia
da luntano sentette ‘e sparà
nun capevo ‘a che parte veneva
nun sapevo che succedeva
me guardavo sulo attuorno pe capì

M’annascunnetto stiso areto a nu murillo
ncuollo tenevano d’ ‘o sango ‘e culure
nun sapevo chi erano, sicuro però cchiù ‘e mille
erano rosse ‘e cammise d’ ‘a paura

S’alluntanaieno e senza me fà vedè
me susetto chiano chiano oi nenna ne’
cu mmè tenevo na scuppetta
sotto ‘o vraccio m”a mettetto
e cu chella verso ‘a casa mia curretto

Nun può capì, no, nun ce può credere
quanta sango e quanta dulore
che terrore e che desolazione
viecchie, femmene e criature piccerelle
chino ‘e lacreme e senza manco cchiù ‘e vestite

Garibaldi era ‘o nommo ‘e chillu llà
‘o rre Savoia c’ ‘o mannaie ‘a parte ‘e ccà
diceva ca ce vuleva libberà
e ca ‘e Burbone vulevano caccià

‘A fratellanza era ‘o motto ‘e chisti ccà
si c’aunimmo meglio putimmo campà
na terra sola e cu nu solo rre
è cchiù fforte che tenite a temè?
Facite ampresso facitece trasì….

fatto l’accordo cu ‘a camorra oi nenna ne’
s’arapetteno ‘e porte da città
quacceduno festeggiaie, quaccheduno arrevutaie
ma ‘a chillu juorne pe nnuie sulo guaie

Nun può capì, no, nun ce può credere
quanta sango e quanta dulore
che terrore e che desolazione
viecchie, femmene e criature piccerelle
chino ‘e lacreme e senza manco cchiù ‘e vestite

Nun m’arrennetto e cumbattetto oi nenna ne’
cu mme’ tanta cumpagni comm”a me
mo’ ce chiammano briganti
ca c’acceresseno a tutti quanti
ma sta’ terra nun s’hadda tuccà…

Salvatore Mazzella

Dedicata ai partigiani del Regno delle due Sicilie che furono definiti “briganti” e che diedero la vita per la nostra gloriosa terra….

Annunci

Informazioni su Salvatore Mazzella

Nasco nel Regno delle due Sicilie e precisamente nella capitale, Napoli, era il 23 Marzo del 1971, comincio subito a "rompere" i timpani di mia madre con la batteria...di pentole, mamma poverina decise di regalarmi una chitarra che dava meno fastidio al suo udito, negli anni ho cominciato ad innamorarmi di questo meraviglioso strumento, sono un autodidatta che ha chiesto "consigli" su come domarla, a vari maestri, tra cui Vincenzo Neri e Ciro Perris, ho cominciato a scrivere canzoni ed a partecipare a concorsi canori, ho partecipato a trasmissioni televisive come interprete della musica di Pino Daniele, negli anni sono cresciuto e mi sono avvicinato alla musica della mia terra, "saccheggiando" il repertorio che è stato di grandi maestri come Mario Abbate, Sergio Bruni, Aurelio Fierro, Roberto Murolo, Massimo Ranieri ed il mitico Eddy Napoli. Ne divento interprete in serate dal vivo con chitarra e mandolino oppure in gruppo. La canzone napoletana ti cambia la vita, la interpreti, la vivi, la domi e sei domato, spero che questa mia passione possa ancora durare a lungo, mi accontenterei di viverla fino a che sarò tra voi.. Vedi tutti gli articoli di Salvatore Mazzella

12 responses to “CE CHIAMMANO BRIGANTI di: Salvatore Mazzella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: