Lettera aperta a Francesca Reggiani

 

  • Gentile (?) sig. Reggiani,

    chi le scrive è un napoletano da una ventina di generazioni, non esagero, lo sono per davvero, le scrivo appunto perché ho trovato a dir poco disgustosa la sua imitazione della Loren nonché la sua “battuta” sulla ormai nota e usatissima storia della “puzza” che secondo voi del nord Napoli sarebbe immersa!

    Credo che lei Napoli non abbia nemmeno idea di cosa sia e di cosa rappresenti!

    Cara signora, penso che questa volta lei abbia sparato una gran caxxata!!! Mi perdoni le eventuali volgarità (come dicevano Benigni e Troisi in un noto film), ma dovrebbe documentarsi bene prima di fare battute del genere, battute che offendono la dignità di un popolo come quello napoletano che da sempre esporta cultura nel mondo!

    A Napoli cara la mia signora Reggiani abbiamo avuto la prima fabbrica di sapone! Abbiamo inventato il bidet, sì, se oggi gli italiani si lavano il culo lo devono proprio alla pulizia dei napoletani! Lo sapeva? Ne dubito! Credo che una persona dello sport, dello spettacolo, dell’arte, del cinema o di qualsiasi altro campo “pubblico” non debba assolutamente fare simili affermazioni (seppur velate dalla “scusante” della “battuta” cabarettistica!!!

    Le faccio notare che non mi scaglio solo contro di lei, lo faccio anche con “cabarettisti” della mia città tipo Siani che per far ridere voi del nord cavalcano l’onda dei luoghi comuni sui napoletani! Queste cose sono superate! Nun se portano cchiù!

    La invito a Napoli signora Reggiani, sarò felice di farle sentire la “puzza” della sfogliatella appena sfornata, faremo un giro sul lungomare a sentire la “puzza” del mare, ci fermeremo da “Michele” a sentire la “puzza” della pizza e magari gliela offrirò pure, io non porto rancore, sono sicuro che lei che si aspetta cumuli di immondizia accatastata lungo le strade rimarrà stupita dalla pulizia delle nostre strade (la monnezza, nel periodo dell’emergenza era dovuta alla sua Italia, alla politica del suo paese)!

    Magari andremo a sentire anche la “puzza di Capri, Ischia, Sorrento, Pompei, scaleremo il Vesuvio dall’alto potremmo ammirare il panorama più bello del mondo! Ci pensi signora Reggiani, sarò ben lieto di farla ricredere su Napoli ed i napoletani! Saluti.

    Salvatore Mazzella

 

Annunci

Informazioni su Salvatore Mazzella

Nasco nel Regno delle due Sicilie e precisamente nella capitale, Napoli, era il 23 Marzo del 1971, comincio subito a "rompere" i timpani di mia madre con la batteria...di pentole, mamma poverina decise di regalarmi una chitarra che dava meno fastidio al suo udito, negli anni ho cominciato ad innamorarmi di questo meraviglioso strumento, sono un autodidatta che ha chiesto "consigli" su come domarla, a vari maestri, tra cui Vincenzo Neri e Ciro Perris, ho cominciato a scrivere canzoni ed a partecipare a concorsi canori, ho partecipato a trasmissioni televisive come interprete della musica di Pino Daniele, negli anni sono cresciuto e mi sono avvicinato alla musica della mia terra, "saccheggiando" il repertorio che è stato di grandi maestri come Mario Abbate, Sergio Bruni, Aurelio Fierro, Roberto Murolo, Massimo Ranieri ed il mitico Eddy Napoli. Ne divento interprete in serate dal vivo con chitarra e mandolino oppure in gruppo. La canzone napoletana ti cambia la vita, la interpreti, la vivi, la domi e sei domato, spero che questa mia passione possa ancora durare a lungo, mi accontenterei di viverla fino a che sarò tra voi.. Vedi tutti gli articoli di Salvatore Mazzella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: