Che paese ‘e mmerda!

 

Che paese ‘e mmerda è chisto?
Che paese busciardo è chisto!
Nu paese c’ ‘a “p” minuscola
nunn’è n’errore ‘e battitura
v’ ‘o giuro l’aggio fatto apposta

Aunito illegalmente
‘ncopp’ ‘o sango ‘e nu milione ‘e gente
gente onorata, allera e “brigante”
pecché è chello ca c’hanno fatto addiventà
pe’ cummedità, pe’ ce puté sparà!

Turnanno a ogge
doppo 153 anni nunn’è cagnato niente
‘stu stato accide comm’ ‘a na vota
‘stu stato arrobba ancora ‘e cchiù
mafia e stato ‘a stessa cosa so’

Nun me guardate, nun me pigliate pe’ pazzo
i’ ‘e ‘sti ccose m’aggio proprio rutto ‘o cazzo
se ‘nventano ‘e crisi di governo
terremoti finanziari, l’inflazione
e chi ce rimette è ‘o populo coglione

Proprio ogge na nutizia ‘e cronaca
m’ha spaccato ‘o core, m’ha spiazzato
suicida pe’ mancanza ‘e lavoro
che tristezza, che malincunia
‘sta vota ‘a cunuscevo era n’amica mia

M’arricordo d’ ‘e pparole ‘e chesta guagliona
m’arricordo ‘e quanta vote parlavamo ‘e canzone
teneva suonne e fantasia, progetti, alleria
teneva ‘o posto, fisso e di responsabilità
ma na matina s’è truvata senza faticà

Cassa integrazione, nun ce servite cchiù
c’è crisi, sentite ‘o telegiornale non abbiamo produttività
a Pumigliano machine nun se ne fanno cchiù
nun prutestate, nunn’alluccate, nun ce sta niente ‘a fa’
jatevenno ‘a casa nun ce venite cchiù

Ha luttato, ha alluccato, ha manifestato
ma cu ‘e cumpagne s’è truvata disoccupata
comitati, forum, discussioni
na lotta e po’ n’ata quanta delusione
all’urdemo ha mullato p’ ‘a disperazione

I’ nun te giudico, nun te pozzo giudicà
so’ sulo ‘ncazzato chesta è ‘a verità
nu poco pure cu tte ca te ne si’ ghiuta
ma arraggia mia cchiù fforte è cu ‘stu paese
avive ragione, è nu paese ‘e mmerda chistu ccà!

 

Annunci

Informazioni su Salvatore Mazzella

Nasco nel Regno delle due Sicilie e precisamente nella capitale, Napoli, era il 23 Marzo del 1971, comincio subito a "rompere" i timpani di mia madre con la batteria...di pentole, mamma poverina decise di regalarmi una chitarra che dava meno fastidio al suo udito, negli anni ho cominciato ad innamorarmi di questo meraviglioso strumento, sono un autodidatta che ha chiesto "consigli" su come domarla, a vari maestri, tra cui Vincenzo Neri e Ciro Perris, ho cominciato a scrivere canzoni ed a partecipare a concorsi canori, ho partecipato a trasmissioni televisive come interprete della musica di Pino Daniele, negli anni sono cresciuto e mi sono avvicinato alla musica della mia terra, "saccheggiando" il repertorio che è stato di grandi maestri come Mario Abbate, Sergio Bruni, Aurelio Fierro, Roberto Murolo, Massimo Ranieri ed il mitico Eddy Napoli. Ne divento interprete in serate dal vivo con chitarra e mandolino oppure in gruppo. La canzone napoletana ti cambia la vita, la interpreti, la vivi, la domi e sei domato, spero che questa mia passione possa ancora durare a lungo, mi accontenterei di viverla fino a che sarò tra voi.. Vedi tutti gli articoli di Salvatore Mazzella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: